Informazioni utili per acquistare una linea vita

Di seguito alcune informazioni utili per l'acquisto di una linea vita

Le informazioni riportate di seguito sono derivate dall'opinione personale di Edoardo Barletta che ha iniziato a produrre paletti per linea vita fin dagli anni ’90.

Chi può installare una linea vita?

La legislazione attualmente non richiede un’abilitazione specifica a colui che voglia installare questi sistemi.
Fondamentale risulta essere la figura del tecnico abilitato che indica come dovranno essere fissati gli ancoraggi della linea vita alla struttura di supporto, e la scelta di un prodotto certificato.
Il prodotto per poter essere immesso sul mercato deve infatti essere marcato e corredato da manuale d’uso e da dichiarazione di conformità: questo garantisce la sicurezza dell’ancoraggio. I problemi possono invece nascere da “come” la linea vita viene fissata e “dove” viene fissata.
Per questo motivo indispensabile è la figura del tecnico abilitato che si assume la responsabilità di indicare all’installatore le specifiche del fissaggio: numero e tipologia di fissaggio più idonei in base alla struttura di supporto della copertura.
Una volta avute queste indicazioni, l’installatore non deve far altro che eseguire nel modo corretto le istruzioni ricevute dal tecnico abilitato per quanto riguarda il fissaggio, e dal produttore dei dispositivi per quanto riguarda gli ancoraggi, la fune e i relativi accessori. Fatto ciò l’installatore rilascerà la dichiarazione di corretta installazione. In questo modo le responsabilità a cui va incontro sono limitate alla sola esecuzione dell’installazione e non alla modalità di fissaggio e al tipo di prodotto installato.

Il palo utilizzato nelle linee vita è di tipo INDEFORMABILE o DEFORMABILE?


Non sempre di questa distinzione venite informati, ma sappiate che il palo di tipo INDEFORMABILE in caso di caduta non va sostituit in quanto né il palo né la piastra di base subiscono deformazioni permanenti.
Il palo di tipo DEFORMABILE invece, in caso di caduta, va sostituito in quanto il palo, la piastra di base o entrambi, subiscono deformazioni permanenti, di conseguenza bisognerà richiamare il tecnico e riaprire la copertura, sostituire il palo, eventualmente ripristinare la struttura e/o il pacchetto di copertura, infine richiudere il tetto.

Quale trattamento è previsto contro la corrosione dei paletti per linea vita?


Ottimale sarebbe l’utilizzo dell’acciaio INOX AISI 316. Questo materiale però, essendo molto costoso, NON viene utilizzato dai produttori per torrette, pali, piastre o ancoraggi ma viene impiegato solamente per la fune ed i relativi accessori (grillo, redancia, morsetti e tenditore). L’acciaio INOX che i produttori utilizzano per le torrette e i vari ancoraggi è l’AISI 304, che dal punto di vista della protezione contro la corrosione è di poco superiore al trattamento della zincatura a caldo. Il suo costo è inferiore all’acciaio INOX AISI 316 ma significativamente superiore all’acciaio tradizionale trattato con zincatura a caldo, pertanto bisognerà valutare se questo costo maggiore sia giustificato. La zincatura a caldo, molto utilizzata non sono in questo ambito (basti pensare al cancello di casa, inferiate ecc.) è un ottimo trattamento ed è riscontrata una durata di moltissimi anni.
La zincatura elettrolitica (detta anche “zincatura a freddo”) è un trattamento sicuramente bello da vedere, ma molto discutibile in termini di durata. La verniciatura, sicuramente apprezzabile esteticamente parlando, può essere una valida soluzione se effettuata sopra ad un altro trattamento, come per esempio la zincatura a caldo; solo la verniciatura senza un ulteriore trattamento, è una soluzione che si commenta da sola...